Articoli d'attualità

"Quello che è stato è quel che sarà; quello che è stato fatto è quel che si farà; non c'è nulla di nuovo sotto il sole" (Ecclesiaste 1:9).

Testamento naturale o bio?

"Come può un giovane rendere la sua via pura? Custodendola con la tua parola" (Salmi 119:9).

La parabola dei talent(-show)

"DIO è per noi un rifugio ed una forza, un aiuto sempre pronto nelle avversità" (Salmi 46:1).

Il Consolatore ci consola

"Ecco io pongo in Sion una pietra angolare, eletta, preziosa, e chi crede in essa non sarà affatto svergognato" (1 Pietro 2:6).

La preghiera rivolta ai defunti

Approfondimenti

L’uomo non è stato creato da Dio per stare da solo, ecco perché c’è in lui il desiderio di legarsi sentimentalmente a una donna che sia una compagna per la vita. Quando ci si innamora e si ama veramente qualcuno, si è disposti a fare delle rinunce e dei sacrifici, a donargli il proprio cuore perché sente nei suoi confronti qualcosa di veramente speciale, qualcosa che non sente per nessun altro.
Avviene lo stesso anche tra l’uomo Dio?


Dio dice a ciascuno di noi: "...tu sei prezioso ai miei occhi e onorato, e io ti amo" (Isaia 43:4), e ci ha dimostrato il suo grande amore per noi donandoci la cosa più preziosa che aveva, suo Figlio Gesù. "Poiché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna" (Giovanni 3:16).
Con ognuno di noi Dio instaura un rapporto speciale, ed Egli è talmente geloso di noi da non volere nemmeno che pronunciamo il nome di altri dei: "Io sono l’Eterno il tuo DIO [...] Non avrai altri dèi davanti a me. Non ti farai scultura alcuna [...]Non ti prostrerai davanti a loro e non le servirai, perché io, l'Eterno, il tuo DIO, sono un Dio geloso [...] Farete attenzione a tutte le cose che vi ho detto e non pronunzierete il nome di altri dèi; non lo si oda uscire dalla vostra bocca" (Esodo 20:1-4; 23:13).

Davanti al suo amore così profondo e totale, non è logico né giusto amarlo e servirlo solo quando le cose ci vanno bene, né metterci a mormorare e rimpiangere il passato se le cose non vanno come vogliamo (cfr. Genesi 28:20-21, Esodo 15:24 e Numeri 11:5). Dio va amato e servito in ogni circostanza e con tutto di noi, spirito, anima e corpo, come Lui stesso ci comanda: "Tu amerai dunque l’Eterno, il tuo Dio, con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua forza. E queste parole che oggi ti comando rimarranno nel tuo cuore"(Deuteronomio 6:5-6). Noi dobbiamo donare tutto al Signore, a partire dal nostro cuore, dimostrandogli quanto l’amiamo e apprezziamo i suoi comandamenti, consapevoli che la sua Parola "è una lampada al mio piede e una luce sul mio sentiero" (Salmo 119:105) e su questo sentiero Dio ha promesso che si lascerà trovare da noi.

Nella Parola troviamo un grande gesto d’amore fatto da una persona nei confronti di Gesù: una donna peccatrice, sapendo che Gesù era stato invitato nella casa di un fariseo, prese un vaso d’alabastro pieno di olio profumato, entrò in quella casa e con l'olio lavò i piedi di Gesù, asciugandoli con i suoi capelli. Questa donna dimostrò un grande amore per il Signore, il quale disse che "i suoi molti peccati le sono perdonati, perché ha molto amato; ma colui al quale poco è perdonato, poco ama" (Luca 7:47). In un'altra occasione Gesù affermò: "Non chiunque mi dice: Signore! Signore! Entrerà nel regno dei cieli, ma chi fa la volontà del Padre mio che è nei cieli" (Matteo 7:21).
Ecco che noi cristiani siamo dunque chiamati ad amare il Signore a fatti, non semplicemente a parole, e questo amore deve essere maggiore di quello per se stessi o per altri, perché questo ci chiede il Signore quando afferma che "chi ama padre o madre più di me, non è degno di me; e chi ama figlio o figlia più di me, non è degno di me".

Articoli in evidenza

Il passato l’abbiamo già vissuto, il presente lo stiamo vivendo, e il futuro? Possiamo immaginarlo oppure aspettarlo. La Bibbia ci chiama a...

Come ti immagini nel futuro

Quando il male si confonde col bene e viene presentato in maniera affascinante, non è difficile rimanere sedotti. Per questo la Bibbia ci avverte...

Il fascino del male

I bambini ci mostrano con i loro disegni come Gesù vince questa brutta realtà.

Il bullismo