Articoli d'attualità

"Quello che è stato è quel che sarà; quello che è stato fatto è quel che si farà; non c'è nulla di nuovo sotto il sole" (Ecclesiaste 1:9).

Testamento naturale o bio?

"Come può un giovane rendere la sua via pura? Custodendola con la tua parola" (Salmi 119:9).

La parabola dei talent(-show)

"DIO è per noi un rifugio ed una forza, un aiuto sempre pronto nelle avversità" (Salmi 46:1).

Il Consolatore ci consola

"Ecco io pongo in Sion una pietra angolare, eletta, preziosa, e chi crede in essa non sarà affatto svergognato" (1 Pietro 2:6).

La preghiera rivolta ai defunti

Approfondimenti

Sin da bambini, i nostri genitori ci insegnano come dobbiamo comportarci, ci mostrano cos'è buono per noi e ci ammaestrano secondo gli insegnamenti ricevuti a loro volta da fanciulli.
Nel corso degli anni, prima a scuola e poi sul posto di lavoro, incontriamo sempre qualcuno al di sopra di noi, che con il proprio bagaglio culturale e la propria esperienza personale, ci insegna le nozioni necessarie per maturare, sia intellettualmente che professionalmente.
Per tutta la durata della nostra vita terrena insomma, abbiamo sempre qualcosa da imparare, eppure tutto ciò che possiamo apprendere non può evitare di farci sbagliare e di farci incorrere sempre negli stessi errori.


A questo punto è lecito porsi una domanda: "Esiste un uomo perfetto, uno che non sbaglia mai, qualcuno da cui poter davvero trarre ammaestramento?"
La Bibbia ci conferma che un tale uomo esiste e si chiama Gesù. Solo Cristo non sbaglia mai e i suoi ammaestramenti sono preziosissimi, perché portano alla vita eterna. Egli dice di sé: "...imparate da me, perché io sono mansueto ed umile di cuore" (Matteo 11:29). Con queste parole Egli non vuole vantarsi, ma mostrarsi per chi Lui è: il Figlio di Dio. L'umiltà e la mansuetudine, infatti, non fanno parte della natura umana, sono doni di Dio che provengono dall'alto! Gesù non si è mai innalzato nemmeno quando la folla voleva farlo re (Giovanni 6:15).

Al contrario, gli uomini tendono a innalzarsi, pensano di avere sempre ragione e molti vogliono fare da maestri, proprio come i farisei e i sadducei ai tempi di Gesù; tuttavia, il Signore denuncia l'orgoglio e l'ipocrisia di costoro: "Se la vostra giustizia non supera quella degli scribi e dei farisei, voi non entrerete affatto nel regno dei cieli" (Matteo 5:20) e "Osservate dunque e fate tutte le cose che vi dicono di osservare; ma non fate come essi fanno, poiché dicono ma non fanno" (Matteo 23:3).
I farisei davano molta importanza all'apparenza, ma la disposizione del loro cuore non veniva da Dio, perché solo Lui può convertire i cuori.
Proprio come allora, anche oggi Cristo mette in guardia la chiesa: noi evangelizziamo, aiutiamo i fratelli e le sorelle e ci spendiamo nell'opera del Signore, ma in tutto questo corriamo il pericolo di inorgoglirci come gli scribi e i farisei.
Quante volte Dio ha dovuto correggermi attraverso la sua Parola!

Abbiamo ancora da imparare...
Imparare a rinunciare alle offese, imparare a rinunciare a noi stessi e imparare a tacere anche quando siamo nella ragione, come fece Gesù, che accusato dai capi dei sacerdoti e dagli anziani, non rispose nulla (Matteo 27:12).
Eppure Lui avrebbe potuto farlo, perché innocente e accusato ingiustamente: "Ma io vi dico: Non resistere al malvagio; anzi, se uno ti percuote sulla guancia destra, porgigli anche l'altra, e se uno vuol farti causa per toglierti la tunica, lasciagli anche il mantello" (Matteo 5:39-40). Io non ne sarei capace, ma se il Signore interviene ogni cosa è possibile!
Abbiamo ancora da imparare...
Imparare ad amare i nostri nemici, a benedire coloro che ci maledicono, a fare del bene a coloro che ci odiano e a pregare per coloro che ci maltrattano (Matteo 5:44), come Gesù amò Giuda, pur sapendo che lo avrebbe tradito, dandogli il boccone durante l'ultima cena.

Che Dio ci aiuti ad avere il desiderio di essere ammaestrati e cambiati solo da Lui, sia nell'uomo esteriore che in quello interiore, con quell'umiltà e quell'amore che mostrò la peccatrice che unse i piedi di Gesù, bisognosa soltanto del Maestro!
Pace

Articoli in evidenza

Il passato l’abbiamo già vissuto, il presente lo stiamo vivendo, e il futuro? Possiamo immaginarlo oppure aspettarlo. La Bibbia ci chiama a...

Come ti immagini nel futuro

Quando il male si confonde col bene e viene presentato in maniera affascinante, non è difficile rimanere sedotti. Per questo la Bibbia ci avverte...

Il fascino del male

I bambini ci mostrano con i loro disegni come Gesù vince questa brutta realtà.

Il bullismo